Torna alla home page

Museo della Repubblica di Montefiorino e della Resistenza italiana

 

 

 

Articoli
 

Calendario Eventi 

 

 

 

Palagano

Dopo la firma dell'armistizio, la neonata Repubblica di Salò emanò ordini di presentazione per ufficiali e soldati del disciolto esercito italiano e bandi di chiamata alle armi per le classi 1924-'25. Dalla fuga in montagna dei renitenti e dall'incontro di numerosi giovani legati dallo stesso destino, ebbe origine la formazione dei primi nuclei partigiani.
La formazione sassolese di Giovanni Rossi, operante intorno al monte Santa Giulia, fece da catalizzatore a questo processo, mentre a pochi chilometri, nella frazione di Monchio, negli ultimi mesi del 1943 si era già costituito un gruppo di patrioti sotto il comando di Leo Dignatici.
Altra figura simbolica della Resistenza in quest'area fu don Sante Bartolai, curato di Palagano e anima di un gruppo di una cinquantina di partigiani. Arrestato il 9 marzo 1944 a Montefiorino in seguito a scontri tra partigiani e fascisti, fu trasferito prima a Modena, poi a Fossoli e da lì a Mauthausen, da dove fece ritorno nel 1945 per diventate parroco di Savoniero (oggi è ricordato da un monumento sul sagrato della chiesa).
Proprio in seguito a questi e ad altri scontri avvenuti nel mese di marzo nei dintorni di Santa Giulia, la furia dei nazifascisti si scatenò contro le bande partigiane, anche se a farne le spese furono soprattutto i civili. Il 18 marzo 1944 venne consumata da parte di un reparto di paracadutisti sotto il comando del capitano von Loeben una terribile strage nei territori di Monchio, Susano, Costrignano e Savoniero, con 131 vittime civili, oggi ricordate nel Parco della Resistenza e nel Memorial del monte Santa Giulia, nei monumenti in piazza e nel Parco 18 marzo 1944 a Monchio, nell'edificio della Buca di Susano e nei monumenti di Susano (sulla provinciale) e Costrignano (via Ca' d'Orazio e strada Panoramica).

     

 
 

 

 

 

 
 

 

Via Rocca, 1 - 41045 Montefiorino (MO) - Tel. +39 0536 962815/962811 - Fax +39 0536 965535 - info@resistenzamontefiorino.it